racconti

Una stella in cielo Quinto capitolo

Ciao a tutti amici lettori. Ecco il nuovo capitolo della mia storia Una stella in cielo.

senzanome

Vi ricordo che potete leggere la storia anche su Wattpad cliccando QUI

o su EFP Fan Fiction cliccando Qui

E ora ecco il quinto capitolo

Solo un momento

«Il tuo Robert è molto dolce» – sorride Gladis – «ma cos’ha fatto allora questa Bridget?».

«E’ lì dentro che lo bacia» rispondo con aria triste. Le lacrime che avevo fermato, tornano a scendere sul mio viso. Gladis accosta la sedia alla mia e mi lascia sfogare, piango sulla sua spalla come se la conoscessi da sempre e dopo mi sento un po’ meglio.

«L’amore va conquistato lo sai cara?»

«Temo sia tardi ormai»
«Non credo. E sai perché? Un bellissimo giovanotto è entrato proprio adesso in questo bar e sembra stia cercando qualcuno».

Mi giro di scatto verso la porta e vedo Robert che si guarda intorno. Vorrei diventare invisibile e sparire per non essere vista. Gladis però non è del mio stesso parere e comincia ad agitare la mano per farsi vedere.

«Giovanotto!» esclama a voce altissima. Molte teste si girano verso di noi ed io mi sento arrossire, il mio cuore batte più forte quando Robert si avvicina quasi di corsa.

«Rory!» – esclama sorpreso – «ti sto provando a chiamare da ore, si può sapere perché non mi rispondi?».

«Credo di aver lasciato il telefono da qualche parte» rispondo evitando il suo sguardo.

«Ero preoccupato»
«Immagino»
«Si può sapere cos’è successo?»

«Io credo di avere bisogno del bagno» – si alza in quel momento Gladis – «giovanotto puoi prendere il mio posto se vuoi».

Strizza l’occhio a entrambi e poi si allontana. Robert mi chiede confuso.

«Chi è quella donna?»

«Un’amica» rispondo io. E’ vero la conosco appena, eppure so che Gladis potrebbe diventare una mia carissima amica.

«Mi hanno detto che sei scappata di corsa» dice Robert al mio fianco.

«Potevi evitare di cercarmi, infondo è la tua festa e dovresti essere lì».

«Mi mancavi» risponde Robert sorprendendomi. Afferra la mia mano, ma io mi libero in fretta del suo gesto e lo guardo furiosa.

«Non mentirmi, ti ho visto. Eri con Bridget e non sembrava ti mancassi tanto».

«E’ vero lei ha tentato di baciarmi» confessa Robert. Vorrei rivolgergli un’occhiata vittoriosa perché ha ammesso la verità, ma le sue successive parole mi bloccano.

«Ma l’ho respinta dopo un istante e se non fossi scappata via, avresti visto l’intera scena, invece di un singolo pezzo».

Adesso mi sta guardando con rimprovero ed io mi sento confusa perché non riesco a credere che sia davvero la verità quella che mi sta dicendo adesso.

«Rory» – afferra le mie mani Robert e stavolta non ho il coraggio di ritrarle – «ti giuro che lei non conta più niente per me».

«Io …»

«La prima volta che ti ho visto» – m’interrompe di nuovo Robert – «ho pensato che fossi la ragazza più singolare che avessi mai conosciuto. Non te l’ho mai detto, ma sono stato io a convincere gli altri a fermarci la notte nella tua città».
«Che cosa stai …»

«Quando hai accettato di venire via con me, ho capito che non dovevo lasciarti scappare perché me ne sarei pentito per il resto della mia vita. Ti amo Rory, ti amo con tutto il cuore».

Ogni sua parola mi provoca una voragine nel petto e poi si riempie di colpo e d’improvviso esplode in una miriade di colori fantastici. E’ la prima volta che il mio cuore impazzisce di gioia.

Robert mi ama. Robert ti ama. Ancora non posso crederci, ma ho sentito benissimo ed io sento scivolare via ogni traccia di arrabbiatura di poco fa, ogni insicurezza è respinta. Ogni brutto pensiero è bandito perché accolgo la felicità a braccia spalancate e non posso impedirmi di sorridere apertamente.

«Anch’io ti amo, Robert» rispondo gettandogli le braccia al collo e baciandolo.

«La mia festa di compleanno è stupenda. Grazie per questo regalo».

«Mi dispiace essere fuggita via».

«L’importante è che non sei scappata lontano» – confessa Robert baciandomi ancora – «ho chiesto a tutti dov’eri e poi mi hanno detto che eri entrata in questo bar».

«E’ merito di Gladis, l’ho incontrata proprio qui fuori».

«Chi è esattamente?»

«Stasera è stato il mio angelo custode» rispondo con un sorriso.

Robert prende la mia mano e si alza con me.

«Torniamo alla festa?»

«Dammi solo il tempo di salutare Gladis».

Robert annuisce e si avvia alla porta mentre io vado verso i bagni, ma li trovo vuoti. Cerco ovunque, ma di Gladis neanche l’ombra. Chiedo alle cameriere, ma nessuno sa niente.

«Sei pronta?» chiede Robert quando lo raggiungo.

«Non riesco a trovare Gladis»

«Chi?»

«Gladis. La signora che ti ho presentato prima»

«Amore, non mi hai presentato nessuno. Quando sono venuto a cercarti, c’eri solo tu a quel tavolo».

Un brivido freddo mi gela la schiena. Mi volto a guardare il tavolino dove eravamo sedute, adesso la cameriera sta liberando il tavolo per altri clienti. Ha messo su un vassoio solo una tazza di cioccolata. La mia. Ma prima erano due.

«Tutto bene?» chiede Robert con premura. Non so cosa pensare, non so cosa dire. Che cosa significa tutto questo? Lancio uno sguardo verso il bar. Non ho bevuto niente a parte quella cioccolata, perciò è da escludersi che sia stata ubriaca, ma Gladis era reale io l’ho vista, ci ho parlato. Che cosa è successo veramente?

«Se non vuoi tornare alla festa per via di Bridget, non mi importa» – dice Robert fraintendendo il mio silenzio – «io voglio solo stare con te»

Le sue parole sincere, la dolcezza quando mi guarda mi fanno sorridere col cuore colmo d’amore. Il mio Robert mi ama e finalmente ogni mia piccola insicurezza è passata. Mi lascio stringere da lui e sorrido felice.

«Andiamo pure» gli dico sicura e quando torniamo alla festa teneramente abbracciati, mi concentro solo su momento.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...